Baladi (2)…

Posted on Posted in Danza

Più sviluppato ed omogeneo rispetto agli altri stati arabi, più autonomo dalla morsa dell’impero Ottomano e insofferente nei confronti dell’ingerenza delle potenze colonialiste, l’Egitto intraprende con molto anticipo la strada del nazionalismo, contribuendo in modo determinante allo sviluppo del pensiero politico arabo. Queste tendenze nazionalistiche di cui fu interprete soprattutto l’esercito, si manifestano pienamente in coincidenza con il primo conflitto mondiale. Durante la grande guerra, l’Inghilterra si schiera contro gli Ottomani, formalmente già dominatori dell’Egitto, e dal 1914 il governo britannico proclama la nazione suo protettorato fino al 1922, anno in cui concede l’indipendenza mantenendo il controllo commerciale sul Canale di Suez ed arginando la crescente coscienza nazionalista, generata dal colonialismo europeo.

E’ in questo periodo storico che si assiste al fenomeno di migrazione di massa da parte della popolazione contadina, i fellahin, che si riversa nei grandi centri urbani attratta dall’illusione di trovare migliori condizioni di vita.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *